[Anime] PSYCHO-PASS (STAGIONE III)

Psycho_Pass_3-cover

Titolo originale:サイコパス 3

Genere: futuristico, drammatico, thriller, crime, psicologico

Regia: Naoyoshi Shiotani

Soggetto: Gen Urobuchi

Character Design: Naoyuki Onda (character design originale: Akira Amano)

Mecha Design: Takayuki Yanase

Musiche: Yūgo Kanno

Anno: 2019 (release originale 24 October – 12 Dicembre)

Studio: Production I.G e altri

Produzione: Production I.G

Formato: serie tv

Episodi: 8

Disponibilità italiana: sottotitolato in italiano su Prime Video

La prima stagione di PSYCHO-PASS è un eccellente thriller psicologico ambientato in un inquietante futuro in cui l’ordine e la sicurezza sono mantenuti individuando a priori i possibili criminali.
La seconda, nonostante i tanti timori legati al forfait di Gen Urobuchi e alla “perdita” del coprotagonista, pur non avendo la stesso impatto della prima, si è dimostrata un prodotto più valido, e ha saputo portare avanti con capacità l’evoluzione psicologica di un personaggio come Akane Tsunemori, ormai in grado di reggere da sola la scena.
E la terza?
Coraggiosa la mossa di cambiare quasi completamente il cast, lasciando a vecchi volti noti il ruolo di guest star; ancora più ardito il riprendere la narrazione lasciando un “buco” dopo gli eventi di PSYCHO-PASS THE MOVIE, che, arrivati a fine stagione, non ha ancora trovato una spiegazione. Se questo non fosse stato sufficiente, ecco che l’asticella viene alzata ancora di più non dando un finale, e rimandando il tutto al film di prossima uscita Psycho-Pass 3: First Inspector , annunciato proprio a fine stagione, quasi che questa non avesse altro scopo se non preparare il terreno al film.
La terza stagione di PSYCHO-PASS è quindi un azzardo sotto diversi punti di vista, eppure funziona (anche se un giudizio complessivo sarà possibile solo dopo First Inspector), pur non essendo un prodotto perfetto.

Due nuovi ispettori, Arata Shindō e Mikhail (Kei) Ignatov, molto legati l’uno all’altro (sebbene il passato che condividono avrebbe dovuto separali), con una caratterizzazione e capacità (in particolare nel caso di Arata) molto interessanti, oltre che una certa tendenza ad andare fuori dagli schemi (e sappiamo quanto il Sibyl System sia diffidente nei confronti di chi non si conforma); un potenziale misterioso antagonista per il Sibyl (e forse è proprio per scongiurare una simile minaccia che Shindō e Ignatov sono lasciati liberi di agire); questioni come il problema dell’immigrazione e dell’accoglienza, che spesso sfociano in razzismo e sfruttamento; il mistero circa il destino di Akane Tsunemori (nonché le nuove mansioni dei suoi precedenti esecutori): tanta carne al fuoco, che ha richiesto un minutaggio per episodio superiore a quello utilizzato per un anime, pari a quello della maggior parte dei telefilm (45 minuti), quasi una dichiarazione d’intenti per cui PSYCHO-PASS si pone sullo stesso piano di un qualsiasi altro show televisivo, rifiutando di essere rilegato al solo settore dell’animazione.

Se Shindō e Ignatov sono più che intriganti, poco si può dire dei nuovi esecutori, la cui caratterizzazione è piuttosto scarsina, appena, appena accennata (siamo ad anni luce di distanza dagli esecutori della prima stagione), e forse è questo al momento il peggior difetto dello show (e sembra difficile che si possa migliorare con il film).
Allo stesso modo, non abbiamo un chiaro antagonista: c’è una fantomatica organizzazione che si pone in antitesi rispetto al Sibyl System e sembra aver trovato un modo per eluderne la sorveglianza, però non abbiamo un vero e proprio personaggio su cui concentrarci, o meglio, abbiamo più personaggi organizzati secondo una precisa gerarchia, ma nessuno risalta più di tanto (insomma, non c’è nessun Makishima).

Per il resto, molta azione (d’impatto e ben coreografata), e molto spazio per riflessioni di più ampio respiro in cui è possibile scorgere un riflesso della realtà contemporanea.

E poi, tanti, tanti misteri ancora da risolvere.

Se non lo avete ancora fatto, recuperate la terza stagione e preparatevi per Psycho-Pass 3: First Inspector.

Psycho-Pass-3

Psycho-Pass 3: First Inspector è atteso per il 2020; come la terza stagione, sarà disponibile a livello internazionale su Prime Video.

GIUDIZIO POPCORN:


(sì, lo ammetto: è un voto sulla fiducia).

Un pensiero su “[Anime] PSYCHO-PASS (STAGIONE III)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...