Pubblicato in: libri

[Books] Penelope Poirot e il male inglese di Becky Sharp

Titolo originale: Penelope Poirot e il male inglese

Autore: Becky Sharp

Prima edizione: Marcos y Marcos, 2017

Continua a leggere “[Books] Penelope Poirot e il male inglese di Becky Sharp”

Annunci
Pubblicato in: chiacchiere, libri

[Book tag] Il book tag di fine anno

Ringrazio Maria Stefania per avermi taggato sul suo blog (p.s. se ancora non lo seguite, fatelo immediatamente!!) per questo simpatico book tag su un anno di letture e per i propositi del nuovo anno!
Bando quindi alle ciance e cominciamo!!!

Are there any books you started this year that you need to finish? – C’è qualche libro che hai iniziato quest’anno e che senti di dover concludere?
Sono una lettrice “ostinata”,  perciò difficilmente lascio dei libri a metà; di conseguenza, non ho libri in sospeso, ma, se vale lo stesso, ho delle serie in corso: ho letto il primo libro della saga dei Cazalet di Elizabeth Jane Howard, e tra il 2017 e il 2018 vorrei finire l’intera serie.

 

 

Do you have an autumnal book to transition into the end of the year? – Hai un libro autunnale che ti introduce alla fine dell’anno?
No, ma mentre molti collegano la letteratura poliziesca all’estate (è solitamente considerato un genere poco impegnativo, da leggersi sotto l’ombrellone), per me non c’è nulla di meglio di bel giallo d’annata da leggere in poltrona, magari sorseggiando del tè, con tanto di copertina: se poi è una “camera chiusa”, ambientata nella campagna inglese, rasentiamo la perfezione.

 

 

Is there a new release you’re still waiting for? – C’è una nuova uscita che ancora aspetti?
Ho nominato la saga dei Cazalet, e a giorni uscirà l’ultimo volume (Lunedì prossimo, per l’esattezza), però credo che, come per i precedenti, punterò sull’edizione in eBook.
Sono curiosa di leggere Mia cugina Rachele di Daphne du Maurier, certo non una novità, ma pensavo di puntare sulla nuova edizione della Neri Pozza (anche in questo caso, in uscita la prossima settimana).
I miei gusti guardano soprattutto al passato, quindi non sono molto informata sui libri di nuova pubblicazione.
Tra i miei TBR (“To Be Read”), la saga di Poldark di Winston Graham: al momento abbiamo Ross Poldark, Demelza e, fresco di stampa, Jeremy Poldark; per il 2018 è stata annunciato Warleggan; i volumi sono in tutto 12, quindi c’è un bel po’ di strada ancora da fare… Ecco, il non essere sicura che si arrivi alla pubblicazione dell’intera serie, mi tiene con il fiato sospeso, quindi sono uscite che sicuramente aspetterò.

 

 

What are three books you want to read before the end of the year? – Quali sono i tre libri che vuoi leggere prima della fine dell’anno?
Sicuramente Lord Peter e l’altro di Dorothy Sayers (mi ci è voluto un po’ per trovarlo, quindi sono ansiosa di leggerlo), Basil di Wilkie Collins (Collins non fa mai male), e poi Delitto all’Excelsior di P.G. Wodehouse, non tanto per il libro in sé, ma perché ho davvero voglia di sano humor inglese, e non c’è nulla che batta il buon vecchio P.G.

 

 

Is there a book you think could still shock you and become your favourite book of the year? C’è un libro che pensi possa shoccarti e diventare il tuo libro preferito dell’anno?
Mi aspetto molto da Mia cugina Rachele, ma devo dire che in ogni caso il 2017 mi ha riservato delle belle sorprese: ho scoperto Josephine Tey, ed ho pure allargato i miei orizzonti provando qualche autore nordico, come Gustafsson con il suo La ricetta del dottor Wasser: non so se, guardandomi indietro tra 20-30 anni,  rientreranno tra i miei preferiti di sempre, però sicuramente mi hanno tenuto buona compagnia.

 

 

Have you already started making reading plans for 2018? – Hai già iniziato a fare progetti di lettura per il 2018?
Come tutti i lettori, ho il mio elenco di libri (qui un assaggio, incompleto e non aggiornato) che vorrei leggere, ma non si può parlare di veri e propri progetti di lettura, anche perché molto spesso è il caso a scegliere per me: tengo sempre sott’occhio le offerte in ebook su Ibs o Amazon, e così, anche quando ci sono pile di libri che mi aspettano, se qualcosa mi incuriosisce, ecco che ne approfitto; stesso discorso, in caso di qualche capatina in libreria.
Quel che è poco ma sicuro è che non mancherà della narrativa poliziesca (soprattutto “gialli classici”, ovviamente), e cercherò di provare nuovi scrittori, non limitandomi alla solo sfera anglosassone.

 

 

Book tag concluso, e anch’io attendo con impazienza di leggere i post di Yue, Caroline, ma anche di Millefoglie che potrebbe nascondere sorprese interessanti!!!