[Tv Series] Titans – stagione 2

titans-s2-1

Titolo originale: Titans

Genere: supereoistico, drammatico, azione

Creato da: Akiva Goldsman, Geoff Johns, Greg Berlanti e basato sugli omonimi personaggi DC

Anno: 2018 –

Stagioni: 2

Status: continua

Cast:
Brenton Thwaites: Richard “Dick” Grayson / Robin
Anna Diop: Koriand’r / Starfire
Teagan Croft: Rachel Roth / Raven
Ryan Potter: Garfield “Gar” Logan / Beast Boy
Curran Walters: Jason Todd / Robin
Conor Leslie: Donna Troy / Wonder Girl
Minka Kelly: Dawn Granger / Dove
Alan Ritchson: Hank Hall / Hawk
Esai Morales: Slade Wilson / Deathstroke
Chelsea Zhang: Rose Wilson
Joshua Orpin: Conner / Superboy
Disponibilità italiana: Netflix

In controtendenza con quanto generalmente letto in rete, ho apprezzato la seconda stagione di Titans, a mio avviso, eccezion fatta per un paio di puntate, molto più concreta della prima.
Forse il fatto di conoscere i Titans solo nella loro incarnazione più demenziale e umoristica (Teen Titans Go!) previene eventuali confronti con il prodotto originale e sue successive declinazioni, il che potrebbe non essere affatto uno svantaggio.

Lo show non è certo privo di difetti, anzi ce ne sono sicuramente parecchi, però la storia e la buona caratterizzazione della maggior parte dei personaggi sono un motivo più che valido (almeno per la sottoscritta) per la visione.

Non si inizia bene: la scorsa stagione si era conclusa con un cliffangher che, per forza di cose, va risolto, ma il tutto si svolge un po’ troppo rapidamente, riducendo drasticamente il pathos, tanto che viene da chiedersi il perché di una simile mossa; avrebbe avuto molto più senso aggiungere un episodio alla passata stagione e concludere in quell’occasione la vicenda di Trigon, piuttosto che trascinarselo dietro e dedicargli solo mezza puntata nella nuova!
Per fortuna le cose cambiano presto e, liberatisi dei conti in sospeso, i Titans possono riprendere la loro avventura: Dick, insieme a Rachel, Gar e Jason Todd, parte per San Francisco, dove ha intenzione di allenare i giovani aspiranti supereroi e dar vita ai nuovi Titans, riprendono la sede “storica”, la Titan Tower. Kory accompagna Donna Troy a Chicago e le da man forte nel suo lavoro investigativo. Hank e Dawn hanno deciso di appendere il costume al chiodo e si ritirano in un ranch nel Wyoming.
Le cose non filano liscio come previsto e, a causa del ritorno sulla scena di un nemico del passato, i nuovi e vecchi Titans sono costretti a riunire le forze prima che tutto quello che hanno costruito venga pian piano distrutto.

Accanto alla trama principale, strettamente connessa a Dick e alle conseguenze delle decisioni prese e delle bugie dette nel passato e nel presente, diverse sottotrame contribuiscono alla caratterizzazione dei personaggi, ciascuno alla prese con il suo “demone personale”: in linea di massima, non le ho avvertite come inutili divagazioni, ma come un ulteriore approfondimento.
Kory, ad esempio, è richiamata a riprendere il ruolo che le spetta su Tamaran, il pianeta natale, ma questo significherebbe rinunciare alla sua nuova vita sulla Terra e alla persone con cui ha creato dei legami; Rachel deve imparare a controllare i suoi poteri, mentre Jason deve mettere a freno la sua irruenza e fare gioco di squadra. Anche Gar deve prendere coscienza di cosa significhi essere un Titan e di come persino le azioni più in buona fede possano avere conseguenza nefaste.
Ottima, a mio avviso, l’introduzione del personaggio di Conner/Superboy, accompagnato dal fedele Krypto: è ingenuo come un bambino, ma anche estremamente pericoloso perché, proprio come un bambino, ancora non sa distinguere il bene dal male, il giusto dalla sbagliato. C’è poi il conflitto legato alla sua duplice natura e ai suoi ingombranti “padri” ; personalmente l’ho trovato la delle storyline più efficace.
A deludermi Hank e Dawn, soprattutto per una dinamica troppo ripetitiva, un continuo tira-e-molla, in cui non riescono mai ad essere sulla stessa linea d’onda: se lui vuole rinunciare alla violenza, lei non riesce a farne a meno, e viceversa.
Un po’ poco quello che ci viene offerto per Donna Troy: i riflettori non sono mai puntati su di lei, se si esclude il racconto del lutto che cinque anni prima ha colpito la squadra, il che è davvero al di sotto del minio sindacale.
Complessivamente, quindi, c’è un’evoluzione convincente nell’analisi psicologica dei “nuovi”, Rachel, Gar, Kory, Conner, e lo stesso Dick, che alla fine di un doloroso percorso, iniziato già nella scorsa stagione, capisce chi vuole davvero essere, mentre rimaniamo sostanzialmente a bocca asciutta per i “vecchi”, Donna, Hank e Dawn.

Il ritmo è buono, se si fa eccezione delle quasi superflue nona e decima puntata: la scoperta di un segreto celato per anni ha delle conseguenze sulla squadra, rischiando di farla definitivamente a pezzi; dare spazio a ciascun personaggio perché ritrovi il suo equilibrio dopo la rivelazione, ha un senso, ma ci si è lasciati troppo andare, con un conseguente forte calo dell’interesse.
Grazie al cielo, si torna in carreggiata per gli ultimi episodi.

A questo punto sarebbe il caso di analizzare i tanti “mah” che innegabilmente hanno contrassegnato la stagione, però si finirebbe per rivelare troppo della trama, per cui qui mi limito a concludere consigliando la visione a chi ha apprezzato la prima stagione, e chiedendo agli scettici di ripensare almeno un po’ al loro giudizio perché in fondo qualcosa di buono c’è anche in questa stagione (io l’ho divorata in tre serate, il che vorrà pur dire qualcosa, no?).
Per i commenti più spoilerosi, basta leggere dopo il giudizio…

GIUDIZIO POPCORN:

e 1/2

 

titans-2-poster-finale-nightwing

SPOILER:

  • Mah n° 1: Ho qualche difficoltà a capire il risentimento nei confronti di Dick: coinvolgere Jericho è stata una decisione presa da tutta la squadra, e quello che Grayson ha taciuto è solo il fatto che il ragazzo è morto nel tentativo di salvarlo. È Dick che si è portato dentro il peso di quanto accaduto, preferendo non condividerlo con gli altri, non aumentano il loro dolore e senso di colpa (il che non mi sembra affatto egoistico). Non comprendo poi perché la cosa sia stata presa male dai nuovi Titans, Rachel e Jason, dato che alla fin fine non ha davvero nulla a che fare con loro.
  • Mah n° 2: i poteri fuori controllo di Rachel che hanno ucciso il padre dell’amica senzatetto. Sono davvero un potere non ben controllato, o risentono dell’influsso di chi è accanto a Rachel? La senzatetto confessa di aver sempre desiderato che il padre morisse; la cosa ha una qualche attinenza con quanto accaduto?
  • Mah n° 3: la morte di Donna Troy. Era davvero necessario far morire uno dei personaggi, soprattutto se sarà una morte “temporanea”? Rachel si reca a Temiscira insieme al corpo di Donna perché sente di poter fare qualcosa per riportarla in vita. Vedremo se ci riuscirà (ma se se ne è parlato, è molto probabile che accada); speriamo solo che la cosa serva per approfondire il personaggio di Troy.
  • Mah n° 4: Dick che sceglie la prigione: d’accordo che hai voglia di espiare, ma mi sembra un po’ troppo contorto. Alla fine la permanenza in prigione sembra aver avuto il solo scopo di fargli venire l’idea per Nightwing, basandosi sul racconto dei suoi compagni di cella su una loro leggenda locale.
  • Mah n° 5: le visioni di Dick. Le ho messe tra i mah, ma devo ammettere che mi hanno divertito; ciò non toglie che il ragazzo abbia davvero bisogno di un bravo strizzacervelli.
  • Mah n° 6: i continui cambi di idea di Hank e Dawn (di cui ho in parte già parlato nel post): se si sceglie una posizione, sarebbe il caso di mantenerla almeno, che ne so io, per un paio di puntate!
  • Mah n° 7: che fine hanno fatto i poteri di Kory? È psicosomatico? È una questione di stress?
  • Mah n° 8: il mainframe della Titan Tower è una vera ciofeca: insomma, un sacco di gente riesce ad eluderlo e ad entrare. Altro che super-computer; è solo molto ingombrante.
  • Mah n° 9: perché eliminare il personaggio di Aqualad così rapidamente? Capisco che c’era bisogno di un lutto in famiglia per giustificare la crisi che colpì la prima versione dei Titans, ma giocarsi così un personaggio (anche se minore) mi lascia sempre perplessa.
  • Mah n° 10: non è davvero un mah, ma piuttosto un possibile spoiler per la prossima stagione: ci sarà anche Roy Harper? Vediamo Donna ricevere una telefonata da Roy, il che potrebbe far presupporre una sua futura entrata in scena.

Probabilmente i mah dovrebbero essere molti di più, ma non ho preso appunti durante la visione, quindi dovete accontentarvi dei primi che mi sono venuti in mente. Nonostante ciò, continuo a dire che a me la seconda stagione di Titans è piaciuta!

2 pensieri su “[Tv Series] Titans – stagione 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...