[Books] Sulle tracce di Jack lo Squartatore (Stalking Jack the Ripper #1) di Kerri Maniscalco

9788804724056_0_0_1157_75

Titolo originale: Stalking the Ripper

Autore: Kerri Maniscalco

Prima edizione: 2016

Edizione italiana: traduzione di Maura Dalai (Mondadori – Collana: Fantastica, 2020)

Presentazione dell’editore: È stata cresciuta per essere la perfetta dama dell’alta società vittoriana, ma Audrey Rose Wadsworth vede il proprio futuro in modo molto diverso. Dopo aver perso l’amatissima madre, è decisa a comprendere la natura della morte e i suoi meccanismi. Così abbandona l’ago da ricamo per impugnare un bisturi da autopsia, e in segreto inizia a studiare Medicina legale. Presto viene coinvolta nelle indagini sull’assassino seriale noto come Jack lo Squartatore e, con orrore, si rende conto che la ricerca di indizi la porta molto più vicina al suo mondo ovattato di quanto avrebbe mai creduto possibile.
Ispirato agli efferati crimini irrisolti che hanno insanguinato la Londra di fine Ottocento, lo strabiliante romanzo d’esordio di Kerri Maniscalco tesse un racconto ricco di atmosfera che intreccia bellezza e oscurità, in cui una ragazza vittoriana molto moderna scopre che non sempre i segreti che vengono sepolti lo rimangono per sempre.
 

Che la Oscar Vault ci sappia fare in termini di promozione è fuori di dubbio: arriva in Italia Kerri Maniscalco con la fortunata serie che vede protagonisti Audrey Rose Wadsworth e Thomas Cresswell, giovani aspiranti medici legali, alla prese con niente meno che Jack lo Squartatore, e l’edizione è senza dubbio di pregio, impreziosita da illustrazioni d’epoca, poster e persino candele d’atmosfera in omaggio per chi l’ha preordinata. Una bella confezione, quindi, ma il contenuto? Beh, sicuramente è un libro che non dà nulla di più di quello che ci si può aspettare, e che fa spesso alzare gli occhi al cielo per la poca plausibilità di alcune uscite della protagonista (per quanto anticonformista, dovrebbe comunque essere una fanciulla vittoriana, ma suona piuttosto come una teenager contemporanea cresciuta a Spice Girls e femminismo da t-shirt) e per delle “imprecisioni” storico-scientifiche per cui l’autrice mette le mani avanti nella postfazione: che c’è di male se servono a rendere la storia più interessante? Peccato che la mia laurea in Medicina non sia del stesso parere… Personaggi e trama sono alquanto prevedibili: protagonista diciassettenne con un doloroso lutto alle spalle che agogna la libertà negata al suo sesso, e che cerca la sua strada tra le fredde mura di un obitorio; coprotagonista maschile bello come il sole, con altrettanto doloroso lutto in famiglia, modellato sull’esempio di Sherlock Holmes a cui è stata tolta la straripante misoginia sostituita da una certa galanteria nei confronti della nostra Audrey Rose: non si dica mai che Thomas perda l’occasione per flirtare! Se nella realtà l’identità di Jack lo Squartatore non è stata mai appurata, qui, ovviamente, il più celebre serial killer della storia verrà scoperto dai nostri, e, indovinate un po’, è… ok, nessuno spoiler, ma non ci vorrà molto a capirlo. Allora, perché leggere questo Sulle tracce di Jack lo Squartatore e persino i due seguiti già disponibili (Alla ricerca del Principe Dracula e In fuga da Houdini)? Perché comunque è una lettura scorrevole e il personaggio di Thomas ha un che di accattivante, per quanto già visto. Insomma, lasciate che la fangirl prenda il sopravvento, che si appassioni al romance e infischiatene della veridicità! Un guilty pleasure ogni tanto non ha mai ucciso nessuno…

e 1/2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...