[#ReadChristie2020] È troppo facile di Agatha Christie (Sovrintendente Battle #4)

9788804716440_0_0_1157_75

Titolo originale: Murder Is Easy

Autore: Agatha Christie

Prima edizione: 1939

Edizione italiana: traduzione di Giovanna Gianotti Soncelli (Mondadori – Collana: Oscar gialli, 2019)

Presentazione dell’editore: Luke Fitzwilliam rientra in Inghilterra dopo anni di assenza. Durante il viaggio in treno incontra un’anziana signorina, Lavinia Pinkerton. La signorina racconta che sta andando a Scotland Yard per riferire che nel villaggio in cui vive stanno avvenendo una serie di delitti. Fitzwilliam non la prende sul serio. Il giorno dopo legge sul Times che la signorina Pinkerton è stata investita da un pirata della strada. Inizia allora a pensare che forse non erano tutte sciocchezze quelle che aveva detto in treno. Parte così per Wynchwood-under-Ashe ed inizia ad investigare.

E siamo già alla quinta tappa della #ReadChristie2020 (la reading challenge promossa dalla Agatha Christie Limited, promossa in Italia da Radical Ging e da Libriamociblog); tema del mese di maggio “una storia che la Christie ha dedicato ad un amico o a un parente“.

Stavolta ho scelto È troppo facile (Murder Is Easy, 1939), uno dei miei preferiti per quanto riguarda spunto ed ambientazione, e che si apre con la dedica a due amiche dell’autrice: “Dedicated to Rosalind and Susan the first two critics of this book“.

Lavinia Pinkerton è la tipica zitella di campagna: gentile, chiacchierona, ispira immediatamente simpatia a Luke Fitzwilliam, un poliziotto appena rientrato dall’estero deciso a godersi la pensione. I due condividono uno scompartimento nel viaggio da Wynchwood-under-Ashe a Londra. Sarà perché gli ricorda una carissima zia che Luke è così condiscendente da non contraddirla mentre racconta una storia alquanto incredibile: la mite vecchina è convinta che nel suo tranquillissimo villaggio si nasconda un’assassino. Le recenti morti a Wynchwood sono state tutte catalogate come incidenti, eppure qualcosa non convince Lavinia. Non ha prove; la sua è solo una sensazione legata allo strano sguardo che ha visto sul volto di  una certa persona, e che è stato immancabilmente seguito dalla morte di colui o colei su cui si era posato. La signorina Pinkerton vuole parlarne con qualcuno di Scotland Yard, e Luke la conforta dicendole che sta facendo la cosa giusta (anche se in verità è convinto che siano solo lue fantasie di un’anziana forse un po’ troppo annoiata). Chissà, magari è per una sorta di senso di colpa che Fitzwilliam decide di indagare su quanto raccontato dalla signora Pinkerton, una  volta scoperto che qualche ora dopo il loro incontro la donna è morta investita da un auto pirata, e che l’anziano medico di Wynchwood (indicato da Lavinia come possibile prossima vittima) ha lasciato questa valle di lacrime a pochi giorni di distanza….

Adoro l’ambientazione nei villaggi di campagna dove tutti sanno tutto di tutti, e vecchie storie così come vecchi rancori non vengono mai dimenticati.

Fitzwilliam è l’outsider deve deve imparare a districarsi tra le dinamiche di Wynchwood, cercando di capire chi tra i tanti insospettabili sia un pluriomicida. Cosa c’è dietro tutte quelle morti? C’è sotto qualcosa o è “semplice” follia omicida? Nulla ha senso, e le stesse antiche leggende su streghe e simili che caratterizzano il piccolo villaggio contribuiscono ad un atmosfera inquietante e quanto mai sinistra, sebbene il nostro trovi anche il tempo di innamorarsi.

È troppo facile rientra tra i romanzi con il personaggio del sovrintendente Battle, a cui però è riservata solo una fugace apparizione e il compito di tirare le fila della vicenda una volta già giunti alla soluzione.

Sicuramente consigliato.

                                 

Un pensiero su “[#ReadChristie2020] È troppo facile di Agatha Christie (Sovrintendente Battle #4)

  1. Romanzo che ho letto alcuni anni fa e che ho apprezzato particolarmente. Sono veramente poche le opere di Agatha Christie che mi hanno deluso, lei è sempre riuscita a dimostrare un’abilità nello scrivere e nel realizzare questi casi fuori dal comune e ancor oggi il suo stile viene apprezzato e seguito.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...