[Books] La coppia della porta accanto di Shari Lapena

9788852077128_0_0_1157_75

Titolo originale: The Couple Next Door

Autore: Shari Lapena

Prima edizione: 2016

Edizione italiana: traduzione di Annamaria Raffo (Mondadori, 2016)

Presentazione dell’editore: Se la tua vicina ti dice di non gradire la presenza della tua neonata alla sua cena – niente di personale, intendiamoci – ebbene passi, semplicemente non sopporta i bambini che piangono. Esistono i baby monitor apposta, e sarà sufficiente controllare la piccola ogni mezz’ora, in fondo è soltanto al di là della porta accanto, nella sua culla. Ma se la stessa vicina si presenta vestita da mozzare il fiato, scollatura esagerata, pelle di porcellana, e non fa altro che flirtare per l’intera serata con tuo marito, fin troppo compiacente, allora la faccenda si fa irritante. Tanto vale tornare a casa dalla bambina. Che non è più nella sua culla. Che è scomparsa. L’inizio è quello di un giallo classico che, in poche pagine, eluderà però qualsiasi paragone. Quante cose il lettore crede di sapere e non sa. Quante volte sussurrerà “ho capito” e si dovrà ricredere. Un innamoramento al momento sbagliato, una coperta scomparsa, una telecamera che non funziona, un’altra che funziona troppo bene, il depistaggio di una mente malata, quello di una mente fin troppo sana, un gioco erotico che sfugge al controllo e un detective capace di mille ipotesi stravaganti che, guarda caso, trovano altrettante sinistre conferme: un’inesorabile discesa all’inferno nei segreti di una coppia, la percezione di un matrimonio che, da un vetro distorto, mostra il suo disegno invisibile e pauroso.

Di Shari Lapena ho apprezzato L’Ospite indesiderato, un thriller senza troppe pretese con un’impostazione molto classica, che si è rivelato un buon intrattenimento da pomeriggio invernale.

Ho così deciso di provare anche il suo romanzo d’esordio, La coppia della porta accanto.

Complessivamente l’ho trovato meno accattivante dell’altro, probabilmente perché fin troppo prevedibile.

Una giovane coppia passa la serata dai vicini di casa, lasciando da sola la figlia di sei mesi, dopo che all’ultimo momento la babysitter ha dato forfait. Le due abitazioni sono delle villette a schiera che condividono un muro; in fondo è quasi come essere nella stanza accanto. Portano con sé un baby monitor (funziona l’audio, ma non il video), e si organizzano in modo da andare ogni mezz’ora a controllare la piccola. Cosa potrebbe andare storto? In pratica, tutto, dato che al loro rientro ad accoglierli è una culla vuota. Ha così inizio un incubo che pare destinato a concludersi in tragedia, anche perché nessuno dei due genitori è mai stato completamente sincero con l’altro.

Non è difficile immaginare come siano andate davvero le cose, come pure, una volta svelato al lettore chi è implicato, è più che lecito aspettarsi che chi ha ideato il piano sia immancabilmente destinato ad essere a sua volta imbrogliato.

Il finale lascia un po’ perplessi (impossibile credere che si possa passare sopra a simili complicità), e anche l’ultimissimo (e scontatissimo) colpo di scena non risolleva il giudizio complessivo, che non va oltre un 5/10.

                                          e 1/2

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...