[Books] Il mistero della vetreria di Margaret Armstrong (Miss Trumbull #1)

Titolo originale: Murder in Stained Glass

Autore: Margaret Armstrong

Prima edizione: 1939

Edizione italiana: traduzione di Tiziana Prina (Edizioni Le Assassine – Collana: Vintage, 2019)

Presentazione dell’editore: La signorina Trumbull, una newyorkese di mezza età dai modi impeccabili e dall’eloquio facile, decide di lasciare la sua comoda dimora per andare a trovare in campagna Charlotte, una vecchia compagna di scuola, al cui invito non può più sottrarsi, anche se la giudica troppo cupa e triste per i suoi gusti. Fortunatamente la presenza di Phyllis, una giovane cugina di Charlotte, e quella di Leo, figlio di Frederick Ullathorne, noto artista del vetro, sembrano rendere piacevole il soggiorno della donna. Tuttavia la situazione precipita quando nel laboratorio dove si producono le vetrate artistiche vengono ritrovati nel forno dei resti che sembrano appartenere a un essere umano. Ben presto si arriva alla conclusione che questi siano di Frederick Ullathorne, uomo dal pessimo carattere, dispotico con i dipendenti e con il suo stesso figlio. Per questo motivo molti potrebbero essere i responsabili dell’omicidio; quando però i sospetti si addensano su Leo, la signorina Trumbull, che ha un debole per le indagini, decide di mettersi a investigare per proprio conto ed effettivamente riesce a “vedere ciò che altri non hanno visto”. Così facendo finisce però per mettere a repentaglio anche la propria vita.

Una vecchia amica del college, dal carattere non proprio facile, invita Harriet Trumbull a raggiungerla in campagna. Harriet è un tipo da città, ma l’affetto che la lega a Charlotte fa sì che accetti l’invito. Qui conosce Frederick Ullathorne, artista piuttosto rinomato, autore di vetrate. L’uomo sta per terminare quello che potrebbe essere il suo capolavoro, un’opera imponente che lascia semplicemente a bocca aperta; peccato che chi l’ha realizzata sia tutt’altro che piacevole. Dispotico, irritante, tanto con suo figlio quanto con la maggior parte dei suoi operai, Frederick Ullathorne ha anche un debole per le donne, cosa che sia in passato sia al momento rischia di causargli dei guai. Le sue mire raggiungono persino Phyllis, cugina di Charlotte, la ragazza di cui suo figlio è innamorato. Quando in uno dei forni della vetreria vengono ritrovate delle ossa umane che si suppongono essere proprio di Ullathorne, i papabili colpevoli sono ben più di uno, e la curiosa Harriet non riesce a fare a meno di lasciarsi coinvolgere.

Harriet Trumbull potrebbe essere vista come una sorta di Miss Marple d’oltreoceano: nubile, amante dei pettegolezzi, con una buona capacità di osservazione e un certo intuito. Le analogie, però, finiscono qui, perché Harriet è molto ben inserita nel bel mondo newyorkese ed è un’amante della vita mondana; in tal senso, è molto più vicina alla Violet Strange di Anna Katharine Green.
A dirla tutta, Harriet ha anche ancora molto da imparare da Jane Marple: Jane (e così gran parte dei lettori) non si sarebbe certo fatta così sorprendere dal finale di Murder in Stained Glass: Miss Trumbull ha visto giusto in tante cose, ma ha rischiato di lasciarsi sfuggire la cosa più importante!

Nonostante solo quattro romanzi all’attivo, Margaret Armstrong, che per grande della vita si dedicò all’attività di illustratrice, fu comunque un’autrice piuttosto apprezzata ai suoi tempi, esponente del filone del Had I But Know, ben incarnato da Il Mistero della Vetreria, una lettura piacevole, raccomandata soprattutto a chi vuole riscoprire autori e autrici, oggi forse dimenticati, della letteratura poliziesca della prima metà del secolo scorso. Ancora una volta, quindi, da apprezzare la collana Vintage di Edizioni Le Assassine.

                                           e 1/2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...