[Books]Orme sulla sabbia (Sir Clinton Driffield #3) di J.J. Connington

9788852090165_0_0_1157_75

Titolo originale: Mystery at Lynden Sands

Autore: J.J. Connington

Prima edizione: 1928

Edizione italiana: traduzione di Tito N. Sarego (Mondadori – Collana: Il Giallo Mondadori, 2018)

Presentazione dell’editore: Il custode di una grande villa viene trovato morto a seguito di un colpo apoplettico. O almeno così parrebbe, se non fosse per la presenza sui polsi di solchi sottili e profondi che mal si conciliano con una causa naturale. Non è solo questo a destare i sospetti di sir Clinton Driffield, invitato dalla polizia a interrompere la sua vacanza per partecipare al sopralluogo. Osservatore minuzioso, avvezzo a catalogare nella memoria le cose che catturano il suo interesse, coglie numerosi dettagli fuori posto sulla scena di quello che sempre più si configura come un delitto. E presto l’indagine, nata da una consulenza quasi casuale, assume per lui i tratti di una sfida alla ragione. Di fronte a un altro omicidio, avvenuto sulla spiaggia, e a una serie di impronte che si interrompono bruscamente sulla sabbia, dovrà opporre la forza dell’oggettività alla suggestione delle apparenze. Per non arrendersi all’inspiegabile.

L’eredità di Foxhills è destinata al primogenito, quindi ai suoi eredi; in loro assenza, si passa al secondogenito, e, alla sua morte, ad eventuali suoi figli, e così via. Al momento, l’erede designato è Darius, di cui però si sono perse notizie durante la Prima Guerra Mondiale. L’eredità passerebbe quindi a Christine, ma per il momento tutto viene amministrato dallo zio Paul. Difficile immaginare che la morte del fedele custode non sia in qualche modo legata alla famiglia, soprattutto ora che Darius, orribilmente sfigurato, sembra essere tornato a casa. Un secondo delitto complica ulteriormente il quadro, ma nulla che non possa essere risolto sir Clifford Driffield.

Un giallo molto classico, non particolarmente complicato, che però richiede un minimo di impegno per mettere insieme tutti i pezzi per arrivare ad una soluzione inattaccabile.

Stile scarno, essenziale, come spesso si confà al genere. Se devo trovare un difetto, ammetto di non amare molto le damsel in distress e, di conseguenza, chi si erge a loro cavaliere (come fa il Watson della situazione), ma credo sia il prezzo da pagare ad un libro che ha quasi cento anni ormai.

Consigliato come passatempo per gli amanti del poliziesco d’annata.

 e 1/2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...