[Books] Tre di Dror A. Mishani

9788833571447_0_0_1157_75

Titolo originale: שלוש – Shalosh

Autore: Dror A. Mishani

Prima edizione: 2018

Edizione italiana: traduzione di Alessandra Shomroni (Edizioni e/o – Collana: Dal mondo, 2020)

Presentazione dell’editore:

Tre donne indimenticabili. E un uomo che avrebbero fatto meglio a non conoscere mai. Per mesi in testa alla classifica dei bestseller in Israele, un thriller sorprendente.

Una donna, insegnante di liceo sulla quarantina, cerca un po’ di conforto, dopo che il marito ha abbandonato lei e suo figlio. Tramite un sito internet per divorziati conosce Ghil, piacente avvocato, e intreccia con lui una relazione. Un’altra donna, una badante lettone immigrata in Israele, cerca una casa e anche un segno da parte di Dio, che le dica se è sulla buona strada. Anche lei, come la prima donna, fa conoscenza di Ghil, a cui si rivolge per una consulenza sul permesso di soggiorno. Una terza donna cerca qualcosa di completamente diverso. Si chiama Ella ed è la giovane madre di tre bambine piccole alla ricerca di una fuga dalla soffocante realtà domestica. Incontra Ghil in un bar. Tutte e tre trovano lo stesso uomo. Sono molte le cose che non sanno di lui, poiché l’uomo non dice la verità. Ma anche lui non sa tutto di loro.

Onra è reduce da un doloroso divorzio. Non ha ancora accettato di essere stata lasciata dal marito, Ronen, innamoratosi di un’altra donna (madre di quattro figli); i due vivono all’estero, in Nepal, e stanno per avere un bambino. A farle male è anche l’attaccamento che suo figlio Eran ancora dimostra per il padre, nonostante tra di loro ci siano ormai solo sporadici incontri su Skype. È forse il desiderio di rivalsa, di dimostrare a se stessa che può ancora avere un compagno a spingerla ad iniziare una relazione con Ghil, conosciuto su un sito di incontri per divorziati.
Emilia è una badante lettone da due anni in Israele. Non ha ancora imparato l’ebraico, ma ora che l’anziano di cui si prendeva cura è morto, ne ha davvero bisogno per trovare un nuovo impiego. Per far si che il suo visto le permetta di lavorare non solo come badante ma anche come donna delle pulizie, contatta il figlio del suo precedente datore di lavoro, Ghil.
Dice di chiamarsi Ella e di star preparando una tesina sulla Shoah: è strano che una donna di 37 anni ancora studi, ma la sua è stata una decisione presa di getto, anche per evitare che la sua vita si riduca al ruolo di moglie e madre, o almeno è quello che ha raccontato a Ghil, conosciuto fumando una sigaretta fuori un caffè.

Tre donne e l’uomo che inconsapevolmente le unirà l’una all’altra, protagonisti di un buon thriller psicologico di grande successo in Israele.
I ritratti psicologi di Onra e Emilia sono molto convincenti, ma si deve pagare lo scotto di un ritmo piuttosto lento per le prime due parti. La terza, invece, scorre via molto più rapidamente, e il lettore smaliziato non ci mette granché a capire cosa succederà.
L’inconsueta (per noi occidentali) ambientazione a Tel Aviv e i riferimenti alle consuetudini ebraiche (feste, rapporti familiari) sono un ulteriore motivo per provare qualcosa di diverso dal solito.

Complessivamente consigliato.

                                        e 1/2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...