[Books] Omicidio a Road Hill House ovvero Invenzione e rovina di un detective di Kate Summerscale

9788858408018_0_0_1157_75

Titolo originale: The Suspicions of Mr. Whicher: Murder and the Undoing of a Great Victorian Detective

Autore: Kate Summerscale

Prima edizione: 2008

Edizione italiana: traduzione di Luigi Civalleri(Einaudi – Frontiere, 2008)

Presentazione dell’editore: Una notte d’estate del 1860. In un’elegante casa georgiana del Wiltshire tutti dormono. All’una il cane abbaia. Il mattino l’orribile scoperta, la culla del più piccolo dei sette figli, Saville Kent, è vuota. Un brivido percorre tutta la casa e inizia una disperata ricerca, si valuta la possibilità di un sequestro, si interrogano i domestici. Nel salone una finestra è aperta: è l’unica pista. Poche ore dopo, il cadavere del bambino viene trovato sgozzato in giardino. Tutti i membri della famiglia Kent sono sospettati e l’assassino è certamente fra loro. L’ispettore di Scotland Yard Jack Whicher viene mandato sul posto a indagare. È il primo a usare metodi di indagine che poi diventeranno famosi, anche grazie a scrittori come Wilkie Collins, Charles Dickens, o Arthur Conan Doyle che si ispireranno alla sua figura reale per i loro personaggi immaginari. Il caso occupa per anni le prime pagine dei quotidiani, tutta l’Inghilterra segue il delitto, ne è affascinata e terrorizzata. Nessuno accetterà le conclusioni di Mr. Whicher, che solo in un secondo tempo si riveleranno esatte. Kate Summerscale ricostruisce l’intera vicenda servendosi di documenti e fonti giornalistiche dell’epoca, con una forte capacità di padroneggiare le tecniche del racconto giallo.

Per quanto basato su un efferato omicidio davvero commesso nel 1860 nel Wiltshire, Omicidio a Road Hill House ovvero Invenzione e rovina di un detective non è indirizzato tanto agli amanti del “real crime” quanto ai cultori della detective fiction.

L’assassinio del piccolo Saville Kent, le inchieste che si sono succedute nel corso degli anni e lo sfortunato destino dell’ispettore Jack Whicher sono quasi un pretesto per parlare della nascita del romanzo poliziesco, che si è andato delineando mano a mano che una nuova figura ha cominciato ad affermarsi nell’immaginario collettivo, quella dell’investigatore.

Come ovvio, tanti i rimandi a Charles Dickens e Wilkie Collins, non solo per la loro attività di romanzieri, ma anche come giornalisti. La stampa (anch’essa ai suoi albori come mass media, almeno nel senso moderno del termine) è uno dei protagonisti della storia, dato il suo contributo, ieri come oggi oggi, nel plasmare l’opinione pubblica: i vari protagonisti della vicenda sono stati giudicati e contatti o assolti prima sulla carta e poi in tribunale.

Una lettura indubbiamente interessante per gli amanti del giallo, sia perché ripercorre la nascita del genere, sia per la struttura di questo saggio “romanzato” che ricalca quella di un romanzo poliziesco (presentazione del caso, sospettati, indizi, colpi di scena finali). Un’occasione per variare per chi di solito predilige la fiction e accantona la non-fiction.

                              e 1/2

2 pensieri su “[Books] Omicidio a Road Hill House ovvero Invenzione e rovina di un detective di Kate Summerscale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...